Il secolo xix savona online dating xnxxx sxe com hd

«Chiedo al primo cittadino – ha detto Berruti- di non esprimersi enunciando pensierini, come ha fatto oggi.Ricordo che, in chiusura della sua campagna elettorale, abitando vicino alla piazza centrale, dovetti malauguratamente subirmi da casa il discorso di Matteo Salvini. Ora mi chiedo: questa amministrazione ripete che le mie azioni, sul campo della Fontanassa, sono state sbagliate. Da cittadino, senza polemiche, chiedo loro che cosa intenderanno fare e mi auguro di ricevere una risposta».E nella complessa vicenda che riguarda la famiglia Orsero, i magnati liguri della frutta, potrebbe rappresentare una delle prove fondamentali a favore dell’accusa: la Guardia di Finanza ha sequestrato una chiavetta usb, posseduta da una segretaria dell’azienda, in cui sarebbe registrata una sorta di contabilità nera.In quei documenti, ne sono convinti gli investigatori, sono contenute importanti indicazioni sul nucleo centrale di questa inchiesta: i 91 milioni di euro che gli industriali hanno preso in prestito da Banca Carige con scarsissime garanzie, durante la gestione di Giovanni Berneschi, e non hanno mai restituito.I soccorsi hanno mobilitato un equipaggio della Croce Bianca di Savona per un iniziale possibile codice rosso. I vigili urbani si stanno occupando dei rilievi dell’incidente.

Così ieri l’insegnante e scrittrice Germana Pia della scuola primaria “De Amicis” dell’istituto comprensivo 3 di Savona (diretto da Maria Claudia Nencini, contattata invano ieri pomeriggio sulle utenze scolastiche) dopo l’ennesimo scambio di mail ha deciso di rivolgersi al sindacato Cgil, al segretario Flc-scuola Gianni Cazzola.

Con impegno, stiamo cercando la soluzione migliore, consapevoli che una situazione così delicata richieda tempo.

Siamo certi che la maggior parte dei savonesi desideri che quell’area venga in futuro restituita alla città».

«La mia è una scelta etico-spirituale, ma non ho lo stesso trattamento riservato ai bambini, figli di genitori islamici che possono beneficiare della possibilità di variazione del menù».

Da un paio d’anni l’insegnante della scuola primaria (elementari) chiede ai vertici del suo istituto e ai funzionari comunali di Palazzo Sisto, che organizzano il servizio mensa, di poter mangiare come secondo piatto un uovo o un pezzo di formaggio. La maestra, che non è affetta da malattie che danno il diritto ad avere il menù differenziato previsto dal regolamento, si sente discriminata davanti ai ripetuti dinieghi arrivati da Palazzo Sisto.

Leave a Reply

  1. who is amelle berrabah dating 30-Dec-2017 17:21

    Learn how to change more cookie settings in Chrome.